Bilancio, la beffa della riduzione dell’accisa sulla birra.

L’emendamento approvato alla legge di bilancio, definitivamente approvata al senato,che prevede la riduzione delle accise sulla birra, nella riformulazione del relatore, è stato depotenziato e snaturato a un mero contentino proprio per quella parte d’eccellenza della filiera brassicola rappresentata dai produttori di birra artigianale così come definiti nel Collegato Agricolo proprio grazie agli emendamenti del MoVimento 5stelle, il Governo ha deciso di diminuire l’accisa da 3,04 a 3,02 ettolitro per grado plato, liquidando così il nostro obiettivo di dare concreta attuazione alla direttiva Ue 92/83 e modulare quindi l’accisa per scaglioni in base alla produzione annua agevolando così i piccoli produttori, una riduzione irrisoria che ha sprecato l’occasione di fare un intervento mirato, con la stessa copertura finanziaria, in favore di quei birrifici che sono i più numerosi e rappresentano l’eccellenza di questa filiera dell’agroalimentare Made in Italy.

Di questi 4,8 milioni di euro di risparmio i principali beneficiari risulteranno i giganti del mercato, al comparto della birra artigianale, portatrice di ricercatezza e qualità lo sconto fiscale si dovrebbe aggirare soltanto sui 122mila euro complessivi.

Unionbirrai comunicato beffa accise

Fatto quotidiano

Seguimi su:

Lascia un commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Enjoy this blog? Please spread the word :)